Sicily al Fresco è un’Associazione Culturale fondata a Trapani nel 2017, per iniziativa di quattro donne siciliane. Ognuna di noi ha un background di studi ed esperienze diverse in ambito archeologico, turistico, culinario e scolastico.

Scopri chi siamo e perchè ci chiamiamo così
Contattaci
+39 333 4610560
Via Giaconia 3, Trapani
info@sicilyalfresco.com

Quando andare in Sicilia

La Sicilia è mediamente la regione più calda d’Italia, ma non preoccupatevi! Innanzitutto dipende moltissimo dalle stagioni, ma persino in estate il caldo non è mai asfissiante: la maggior parte delle città è infatti ventilata e basta evitare le ore centrali della giornata e stare più possibile all’ombra per godersi la propria vacanza senza problemi.
Ad agosto le temperature possono essere anche molto alte – a volte fino a 42º C; qui sotto trovate uno schema con la media mensile di tutto l’anno a Palermo.

GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC
Min 9 9 10 12 15 19 22 22 20 16 13 10
Max 14 15 16 19 23 27 30 30 27 23 19 16

È un periodo bellissimo per visitare l’isola.

Se venite in Sicilia soprattutto per le città e i siti archeologici, il periodo migliore è da metà aprile a metà giugno (oltre che in autunno), perché le temperature sono miti e i colori molto intensi, per cui anche le vostre foto renderanno di più (se questa è una vostra priorità!).

In questo periodo trovate inoltre moltissimi fiori e le campagne verdeggianti, contrariamente all’estate, quando il paesaggio diventa arido.

La primavera è il periodo migliore anche per mangiare i latticini e molte primizie, che con il sole siciliano acquistano un sapore unico.

Le temperature medie variano, a seconda che andiate sulla costa, nell’entroterra o in montagna.

Normalmente non si va al mare prima della metà di maggio, perché prima l’acqua è ancora troppo fredda. Ogni tanto potrebbe piovere, ma di solito dura solo poche ore o al massimo un giorno e raramente può impedire di godere delle vacanze. Portate qualcosa di caldo, soprattutto per la sera.

È perfetta per godersi il mare, ma tra fine luglio e metà agosto si possono raggiungere temperature anche molto alte, per cui non è consigliabile organizzare lunghe escursioni, almeno nelle ore centrali della giornata. I locali risolvono con una soluzione molto gradevole: la mattina vanno al mare fino a mezzogiorno circa e il pomeriggio dalle quattro in poi, mentre nella parte centrale della giornata si godono la frescura delle loro case e dei loro giardini e spesso riposano.

La sera è molto piacevole, perché la temperatura si abbassa e moltissimi ne approfittano per una passeggiata o un gelato. In alcune località, anche non troppo lontane dal mare, la temperatura scende molto e rende indispensabile una felpa o una giacca.

L’estate offre frutti e ortaggi eccezionali, come i pomodori, le melanzane, i peperoni, le zucchine, le angurie, le pesche,.. : ingredienti che infatti non mancheranno mai sulla vostra tavola.

L’autunno permette di godere dei siti culturali, ma anche del mare, che infatti è frequentato fino a fine ottobre ed è solitamente calmo e pulito; inoltre, le temperature vi permetteranno di rimanere in spiaggia anche nelle ore centrali della giornata.

Se siete tipi un po’ solitari e amate godervi i luoghi senza l’affollamento tipico di agosto, consigliamo caldamente di godervi la Sicilia a settembre e ottobre. I prezzi in questo periodo sono anche mediamente più bassi.

Questa, come la primavera, è un periodo ottimo per i buongustai: verso inizio ottobre, infatti, quando ricresce l’erba, si ricomincia a produrre latticini e i piatti riacquistano un sapore più intenso.

Escluse le località di montagna, l’inverno in Sicilia non è mai rigido e può capitare spesso di sedere all’aperto e godere del sole anche in pieno inverno.

Ci sono moltissime giornate belle, che permettono di praticare sport e altre attività outdoor, come trekking, equitazione e arrampicata. Questo è anche un periodo magnifico per gli appassionati di fotografia e per mangiare gli agrumi siciliani, che hanno dei gusti veramente unici!

Se amate la montagna e la neve, consigliamo vivamente di provare l’esperienza di sciare sull’Etna: tra gennaio e marzo di solito le piste si coprono di neve e sarà un’esperienza indimenticabile quella di sciare su un vulcano, stare sulla neve con temperature relativamente alte e vedere contemporaneamente, in basso, il mare blu che vi circonda.

Contattaci ora